Il Prosecco al suo meglio

Nel Trevigiano si nutre una venerazione nei confronti della strada che dal centro di Valdobbiadene, s'infila nelle località viticole più pittoresche che l'appassionato possa desiderare: San Pietro di Barbozza, Saccol, Cartizze. Lungo questa fascia collinare ricca di suoli calcarei, la presenza delle Prealpi è incombente quanto suggestiva, l'intensità viticola spettacolare, e quasi tutte le vigne, spesso ripidissime, conservano vecchi ceppi del miglior Prosecco possibile. Così il vitigno dona basi spumanti ancora più lievi e aromatiche del solito che nelle mani di alcuni piccoli vignaioli si trasformano in autentiche bollicine d'autore accanto al meglio di colossi come Bisol e Ruggeri. Provate il Superiore di Cartizze Brut 2008 di Silvano Follador, 0423.900295, il Valdobbiadene Brut di Colesel, 0423. 901055, il Superiore di Cartizze Dry di Tanorè, 0423.975770, e l'Extra Dry de Le Bertole 0423.975332. Spazzerete via i brutti ricordi dei Prosecco più dozzinali.