Prosegue il rally del rame

Seduta sotto il segno del Toro per il rame. A Londra il contratto future ha chiuso a 3.285 dollari per tonnellata ma, durante le contrattazioni, si è toccato un picco di 3.332 dollari sfiorando i massimi storici registrati lo scorso mese di aprile. La benzina del rialzo è fornita dal basso livello delle scorte, scese a minimi dal 1988, e dalla robusta domanda cinese e statutinense. Tra i metalli preziosi, oro in frazionale miglioramento con il fixing a 425,85 dollari l’oncia. Petrolio in altalena sulla soglia dei 55 dollari al barile.