Prosperini indagato per truffa

Almeno duecentomila euro, prelevati dai fondi destinati alla diffusione dello sport in Lombardia, sarebbero stati utilizzati dall’assessore Piergianni Prosperini per comprarsi spazi pubblicitari su sei emittenti televisive locali: lunghi spot in cui Prosperini si occupava unicamente di fare propaganda a se stesso. È questa l’ipotesi investigativa cui sta lavorando la Procura della Repubblica e che ha portato ieri la Guardia di finanza a perquisire gli uffici dell’assessorato regionale allo sport e delle sei emittenti (Odeon, Reporter, Telecity, 6 Tv, Telelombardia e Antenna 3). Avvisi di garanzia per truffa ai danni dello Stato sono stati consegnati a Prosperini, al direttore del settore Sport della Regione, Roberto Lambicchi, e a un collaboratore dell’assessore. L’indagine è condotta dal pm Francesco Prete. «Ho pagato con soldi miei e posso dimostrarlo, questa inchiesta è un tentativo di screditarmi perché do fastidio» è la reazione di Prosperini.