La prossima meta per i lettori? Il Gran Tour della Polonia

E dopo la crociera nei Fiordi che faremo con MSC dal 21 al 28 luglio, anche i Viaggi del Giornale andranno in «vacanza», ma per poco. Il 30 agosto, infatti, ripartiremo tutti insieme per il Gran Tour della Polonia con partenze da Milano e da Roma e rientro in Italia il 4 settembre.
Un tour di una settimana alla scoperta degli splendori delle storiche città «gioiello» di Cracovia, Varsavia e Czestochowa: visiteremo palazzi, residenze, monumenti, chiese, santuari, piazze, musei e castelli - sono previsti anche momenti liberi per giri individuali - e non mancherà il tempo per shopping e visite di approfondimento. Ma non solo: visiteremo anche il santuario della «Madonna Nera», il campo e il museo di Auschwitz. E poi altre interessanti cittadine e le antiche miniere di sale di Wieliczka. Sarà un tour intenso ma estremamente ricco di storia ed emozioni che ci lasceranno ricordi indelebili.
Situata nel cuore dell'Europa, la Polonia è stata in passato un luogo di unione e di divisione tra l'Europa Orientale e quella Occidentale. Oggi, libera da interferenze straniere, la Polonia è il Paese che si deve visitare se si vuole vedere come una nazione riesca a rialzarsi da terra e a reinventare se stessa. È uno stato dalle molte facce, dove la capitale e le antiche città medievali sono vezzeggiate da sofisticati abitanti, spesso intriganti, e dove i carri trainati da cavalli percorrono ancora i vicoli cittadini in zone in cui il XXI secolo sembra non essere ancora arrivato. Da altre parti, invece, moderni grattacieli, mezzi di trasporto efficienti, cantieri navali e fabbriche d'avanguardia danno il senso di un Paese moderno. Ma che, orgogliosamente, affonda le radici nella propria storia. Insomma un mix magico di cultura, architettura, religione, economia e natura.
Ecco a grandi linee il programma - che potrete richiedere completo e dettagliato a Passatempo- : la prima giornata sarà interamente dedicata alla visita guidata della meravigliosa Varsavia, da sempre una città esuberante, movimentata, piena di vita. Nonostante una storia particolarmente travagliata, ha conservato caratteristiche che l'accomunano alle altre capitali dell'occidente europeo. Qui visiteremo la parte vecchia della città che pullula di edifici e chiese storiche come la porta del «Barbacane» che divide in due spezzoni le mura di cinta; la Piazza del Mercato che costituisce il centro strategico della Città Vecchia di Varsavia. Nelle vicinanze, sull'omonima piazza, sorge il Castello Reale e poco più in là la colonna di Sigismondo III Vasa (22 m), il re che nel 1596 trasferì la capitale della Polonia da Cracovia a Varsavia. Proseguiremo poi per Lazienki Królewskie, un complesso costituito da sontuosi palazzi e un magnifico giardino di 76 ettari che rappresenta una delle più belle aree pianificate non solo di Varsavia, ma di tutta Europa ed è sorprendente sia in termini naturalistici sia architettonici.
Il giorno successivo saremo a Czestochowa dove vedremo la città e il Santuario Mariano. Lunedì 2 settembre sarà invece dedicato a Cracovia delle sue bellezze monumentali che sono concentrate per lo più nel pittoresco centro storico, inserito nel 1978 nella lista dei siti patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.
Un centro storico che attira ogni anno milioni di visitatori, facendo di questa città la principale meta turistica della Polonia. La popolazione qui è in prevalenza polacca, con minoranze ucraine e bielorusse. La religione più seguita è il cristianesimo cattolico. Il giorno dopo saremo invece al Museo di Auschwitz e Birkenau nella città di Oswiecim, a circa 60 km da Cracovia, dove è situato il complesso dei campi di concentramento costruiti in Polonia durante l'occupazione tedesca nel periodo della seconda Guerra Mondiale.
Non mancheranno incontri a sorpresa con importanti e interessanti personaggi su temi storici, politici, culturali e architettonici; serate di convivialità tra il «popolo dei lettori de il Giornale». Accompagnati nel viaggio da Livio Caputo - firma storica ed editorialista - Angelo Allegri - Capo Redattore Centrale-, da Stefano Passaquindici- responsabile dell'organizzazione dei viaggi del vostro quotidiano - e da altre prestigiose «firme» de il Giornale.
Si partirà da Milano e Roma con voli di linea Lot e Lufhthansa, soggiornando in hotel 4 stelle, al prezzo speciale riservato di 1.380 euro a persona in pensione completa, escursioni, ingressi, tasse e assicurazioni incluse. Supplemento singola 350 euro. I posti sono davvero limitati. Prenotate subito. Per informazioni e prenotazioni: Passatempo, tel. 035/403530; info@passatempo.it.