Prostituzione: arrestati i boss cinesi del racket

Domenica notte quattro cinesi sono stati arrestati e condotti nelle carceri di Regina Coeli e Rebibbia dai carabinieri della compagnia di Trastevere per associazione a delinquere finalizzata alla prostituzione. Le indagini dei militari hanno evidenziato che la banda di aguzzini sfruttava le lucciole cinesi in dieci appartamenti, ubicati nei quartieri di Monteverde, Montespaccato, Casilino, Bravetta, Marconi, Circo Massimo, San Pietro, e nella centrale via Veneto. Il modus operandi dei boss della prostituzione era sempre lo stesso: annunci anonimi su un importante quotidiano. Negli appartamenti a luci rosse, regolarmente affittati, i militari hanno ritrovato anche alcune migliaia di euro.