Prostituzione on line Arrestato un gestore

Si è conclusa ieri, dopo quattro mesi d’indagine, l’operazione «web a luci rosse» condotta dalla squadra mobile di Viterbo e in collaborazione con la sezione di polizia postale. L’indagine ha sgominato un giro di prostituzione virtuale, che partendo da Montefiascone toccava tutti i capoluoghi di provincia italiani. Il sito web, www.universoescort.it, tramite il quale attraverso un link si poteva scegliere un uomo o una donna per avere rapporti intimi, è stato oscurato. L’ideatore del sito, P. D., 39 anni, residente a Montefiascone, è agli arresti domiciliari. Si ipotizza un giro d’affari superiore a 50mila euro al mese. Ogni prostituta e ogni gigolò che inseriva sul sito la propria foto e il contatto telefonico, pagava a P. D. 50 euro al mese. Sequestrati computer, supporti magnetici e agende con i numeri di telefono dei clienti del sito.