Prostituzione A Ostia multe per sei lucciole e due clienti

Martedì sera gli agenti di polizia del commissariato Lido hanno attuato straordinarie operazioni di controllo del territorio, con particolare riferimento a parchi pubblici e vie nelle quali alcune giovani donne dell’est europeo si prostituiscono. Nel corso dei servizi, effettuati assieme agli agenti a bordo delle volanti della questura e dei vigili urbani del XIII gruppo municipale, sono state controllate 25 persone e 8 autoveicoli.
Sono stati conseguiti i seguenti risultati: sei ragazze romene sono state multate per violazione dell’ordinanza del sindaco Gianni Alemanno perché, in abiti succinti, stazionavano sul ciglio della strada per prostituirsi; altre due multe sono state elevate nei confronti di due avventori che alla guida di un veicolo, fermandosi sul ciglio della carreggiata, stavano contrattando il prezzo con alcune lucciole; due cittadini uruguaiani transessuali sono stati accompagnati presso l’ufficio immigrazione della questura per la verifica della loro posizione sul territorio nazionale.
Durante l’attività, inoltre, è stata data esecuzione ad un’ordinanza del gip presso il Tribunale per i minorenni che ha disposto il collocamento presso una comunità di un minore responsabile di una rapina effettuata ai danni di un altro minorenne nel marzo scorso.
Il provvedimento del giudice è stato dettato dalla facilità con cui il minore, che fa parte di una baby gang che ha come raggio d’azione Ostia sud ed è conosciuta dagli investigatori del commissariato Lido come leader del gruppo stesso, è dedito ad atti di intimidazione e a soprusi, forte dal fatto di poter contare sulla impunità a causa del potere di intimidazione che riesce ad incutere.