Protesta Centri sociali incendiano copertoni in via De Castillia

Una decina di giovani incappucciati hanno inscenato l’altro giorno una breve manifestazione per ricordare Alexis Grigoropoulos, il 15enne ucciso da un poliziotto ad Atene nei giorni scorsi. I ragazzi, con ogni probabilità aderenti al vicino centro sociale La Pergola, intorno alle 18.30 sono scesi in via De Castillia, all’altezza di largo De Benedetti, esponendo uno striscione con scritto «Alexis vive» e incendiando alcuni copertoni d’auto. Una sorta di mordi e fuggi in quanto quando sono arrivate le forze dell’ordine, sette equipaggi della questura con personale della Digos e uno dei vigili urbani, il gruppetto era già sparito. Inutile la battuta effettuata nelle vie vicine: i manifestanti si sarebbero immediatamente rifugiati all’interno del centro sociale. Nel frattempo i vigili del fuoco avevano spento i copertoni mentre il personale dell’Amsa provvedeva a ripulire le strade. Il tutto creando non poco disagio e un po’ di pericolo per la circolazione.