La protesta I 320 residenti di Tor de’ Cenci, di origine bosniaca, non vogliono andare a Castel Romano

I residenti di Tor de’ Cenci non vogliono trasferirsi a Castel Romano, situato a pochi chilometri di distanza. Si tratta di 320 persone per la maggior parte di origine bosniaca. «Sono venuti gli operatori della Croce Rossa e ci hanno proposto di andare a Castel Romano, perché vogliono sgomberare questo insediamento - spiega Ferid, il responsabile - li sono già in 800 e stanno peggio di noi, sono troppi, si rischia di non andare d’accordo». Sulla recinzione esterna dell’insediamento si legge: «Vogliamo rimanere, no alla persecuzione dei rom».