Protestano gli artisti della compagnia di Gaza bloccata a Roma: «Dormiremo sotto la Farnesina»

Dormiranno sotto una tenda per protesta, proprio sotto le finestre del ministero degli esteri, alla Farnesina, i nove componenti della compagnia folkloristica palestinese di Gaza, Sanabel, bloccati a Roma dal 24 luglio scorso, dopo la chiusura del valico di Rafah, al confine con l’Egitto da parte dell’esercito israeliano. Da lunedì prossimo daranno il via alla loro protesta «per rendere visibile la nostra situazione all’opinione pubblica - si legge in un comunicato - e per denunciare i crimini dello Stato israeliano nei confronti nostri e della nostra popolazione». La compagnia, giunta nel nostro paese il 24 giugno, si è esibita con musiche e danze in una ventina di piazze italiane, tra cui Orte e Castel Romano. Al momento è ospite in un appartamento al Prenestino messo a disposizione dal Dipartimento per i rifugiati del Comune di Roma. «È veramente inaccettabile impedire alle persone di rientrare nelle proprie case - ha detto Shokri, portavoce della compagnia -. Israele, in questo modo, non rispetta neppure gli accordi presi con l’Europa in tal senso».