Proteste Arcigay scatenata annuncia 7 giorni di manifestazioni

Sit-in, conferenze, incontri pubblici e «kiss in» (un bacio pubblico collettivo): tutti i 50 circoli provinciali di Arcigay annunciano la mobilitazione fino a lunedì prossimo per esprimere «disagio, indignazione e protesta» per le dichiarazioni «omofobe e volgari di Silvio Berlusconi». Un giro d’Italia che terminerà a Milano l’ 8 novembre, giorno della Conferenza nazionale della Famiglia che sarà aperta proprio da Silvio Berlusconi: «Arcigay vuole lanciare un segnale di preoccupato allarme per lo sconcertante degrado della politica nel nostro Paese e per l’imbarbarimento del linguaggio pubblico».