Protezione civile, coi fondi del Comune via al restyling della centrale

La giunta ha stanziato 2 milioni di euro per la creazione di una sala centrale unificata in via Barzaghi

Il progetto definitivo è sul tavolo dell'assessore ai Lavori pubblici Bruno Simini, approvato dalla giunta del Comune due settimane fa. Con una spesa di due milioni di euro, Palazzo Marino potrà dare il via alla creazione di una sala operativa unificata presso la sede della protezione civile di via Barzaghi. «Doteremo la struttura - spiega Simini - di una sala adeguata e all'avanguardia per gestire le emergenze».
Attualmente, la sede di via Barzaghi, sia in termini di spazi che di strumentazione, non consente agli operatori una facile gestione delle emergenze e un collegamento diretto con la protezione civile nazionale. Con l'intervento in programma invece, come sottolinea l'assessore, «potremo predisporre i locali dell'edificio all'installazione delle varie apparecchiature, realizzando così una sala operativa unificata in cui tutte le informazioni ricevute potranno essere agilmente elaborate e smistate ai vari operatori, dai vigili del fuoco, alle forze dell'ordine, alla Croce Rossa. Garantiremo così alla cittadinanza una gestione migliore delle emergenze».
Tra le principali opere previste e finanziate con i fondi comunali, ci sarà la sistemazione edile del piano terra, destinato alla sala operativa, la posa di nuove pavimentazioni e tinteggiature, la realizzazione di nuovi impianti di riscaldamento per il risparmio energetico, l'installazione di un nuovo impianto di illuminazione a basso consumo, l'adeguamento degli impianti antintrusione e antincendio e la predisposizione della rete per il sistema hardware e software. I lavori cominceranno nel corso del 2010 e avranno la durata di circa un anno.