Provaci ancora Follini

Nel bazar del centrosinistra una nuova voce si alza. «Prodi faccia la Finanziaria e si dimetta». E così Marco Follini, già vicepremier del governo di centrodestra, segretario dell’Udc e padre putativo della legge elettorale, ci riprova. Dopo aver avallato praticamente tutte le riforme della Cdl, ed averle «maledette» un secondo dopo, contribuendo così alla sconfitta di misura del Polo, venne folgorato sulla via del Pd a urne chiuse. Ora che è decisivo per il governo con il suo voto al Senato, non ha perso il suo vizio originale. Gli auguriamo la stessa fortuna di allora.