Provaci ancora Samp Con il Werder ti giochi palanche e Champions

GenovaQuestione di cuore, stimoli e palanche. La Sampdoria di Riccardo Garrone in novanta minuti si gioca le residue speranze di una qualificazione storica al girone di Champions League, obiettivo che i blucerchiati non centrano da ben diciotto stagioni.
Questione di cuore per i tifosi della Sampdoria che credono nella possibilità di ribaltare il 3-1 che all’andata il Werder Brema ha rifilato a Curci e compagni, e da giorni sono in coda per il biglietto di una delle gare che possono scrivere la storia della loro squadra. A Marassi ci sarà il tutto esaurito e la spinta decisiva la Samp potrebbe trovarla proprio dalle gradinate. Questione di stimoli perché tra i giocatori della Samp quasi nessuno ha mai giocato a certi livelli e tutti ripetono che «sarà come una finale di coppa del Mondo».
Questione di palanche (in genovese quattrini) l’altro stimolo per squadra e società. Il presidente Riccardo Garrone, che da giorni segue passo, passo, la squadra durante gli allenamenti, ha messo sul piatto 1 milione di euro che, in caso di passaggio del turno, sarà diviso equamente tra i giocatori. Ma la società genovese, con il 2-0 potrebbe arrivare ad incassarne ben 12 tra premi Uefa, mercato televisivo, incassi e marketing. Non si può che definirla un’occasione d’oro per una società che solo otto anni fa stava per portare i libri in tribunale quando il petroliere genovese rilevò l’azionariato «per senso di responsabilità» mettendo i conti in ordine. Dal fallimento e il baratro della serie C di tempo ne è passato.
Stasera alle 20.45 sul prato del «Ferraris» (in tv diretta su Mediaset Premium e Sky Sport) Cassano e Pazzini suoneranno la carica contro i tedeschi del Brema considerati un ostacolo difficile, ma non insuperabile, e stasera anche priva dell’attaccante Hugo Almeida. L’allenatore doriano Mimmo Di Carlo punterà tutto sui gemelli del gol sperando che Fantantonio non sia quello dell’andata, ma il giocatore determinante che ispirò le vittorie che hanno portato la Samp a centrare il quarto posto con Del Neri.
Rispetto all’andata ci si aspetta una formazione più spregiudicata con qualche accorgimento sulla scelta degli uomini: così in difesa davanti a Curci sarà Stankevicius a prendere posizione sulla fascia destra e Ziegler a sinistra, mentre il giovane Volta farà coppia con Gastaldello sostituendo lo squalificato Lucchini. A centrocampo bocciatura per Tissone che verrà sostituito da Dessena (Poli è out a causa di un risentimento muscolare) mentre sulle fasce Guberti sarà preferito a Mannini e a completare il reparto ci saranno Palombo e Semioli. Là davanti quei due campioni ai quali stasera viene chiesto un piccolo miracolo per scrivere la storia blucerchiata come fecero Vialli e Mancini.