Prove di dialogo tra Morales e l’opposizione

La Paz. Prove di dialogo, in Bolivia, fra il governo di Evo Morales e le regioni orientali separatiste. Dopo tre settimane di violenze - che soltanto nella provincia di Pando hanno causato almeno 30 morti - il Paese andino si aggrappa alla speranza di un patto nazionale. La riunione fra l’esecutivo centrale e i rappresentanti delle regioni autonomiste (Santa Cruz, Tarija, Pando, Beni e Chuquisaca) è ripresa ieri sera, quando Morales è rientrato a La Paz da Santiago del Cile, dove partecipava al vertice dell’Unasur (Unione delle nazioni sudamericane). Nella notte di domenica le due parti avevano già elaborato una bozza di documento che dovrebbe fissare i criteri per un «pre-accordo» (come è stato definito dalla stampa boliviana).