Prove di guerra degli ayatollah

Teheran. Prove di guerra per il regime degli ayatollah. Con la prima fase dell’operazione «Colpo di Zolfaghar» (il nome della spada a due punte di Alì, cugino e genero di Maometto), l’esercito iraniano ha avviato ieri una massiccia esercitazione militare per provare tattiche e nuove armi con cui fronteggiare il «nemico potenziale». Il capo di Stato Maggiore della Repubblica islamica, generale Ataollah Salehi, ha detto che il Paese deve essere pronto a un possibile attacco di Stati Uniti e Israele. «Il nemico ha perso la testa di fronte alla prova data in combattimento del libanese Hezbollah. E, considerando la follia del nemico, dobbiamo tenerci sempre pronti». «Il principale obiettivo di questa operazione è usare nuovi equipaggiamenti per essere pronti a rispondere a possibili minacce», ha commentato il generale Kiumars Heydari.