Prove di pace sulla governance

Popolare Milano

Prove di pace alla Banca Popolare di Milano. Dopo mesi di tensioni con i sindacati interni, culminate nelle accuse lanciate dal presidente Roberto Mazzotta - nella tradizionale lettera ai soci in vista dell’assemblea - nei confronti di una banca che «si fa male da sola», le diverse anime dell’istituto sembrano vicine a un punto di incontro, almeno temporaneo. Il primo banco di prova, ricorda Radiocor, sarà il cda di martedì prossimo che dovrebbe approvare alcune modifiche alle regole del libro soci. Sarà la prima apertura di una governance da tempo criticata (almeno in alcuni suoi aspetti) anche all’interno della stessa Bipiemme.