La Provenza protagonista al Porto antico con ceramiche, tessuti, profumi e vini tipici

Ceramiche, tessuti pregiati, vestiti di moda provenzali, la celebre lavanda e i profumi della Cote D'Azur, champagne, foie gras e vini. Decine di prodotti artigianali saranno esposti in vendita sulle bancarelle allestite da venerdì prossimo fino a domenica 5 sui tremila metri quadrati messi a disposizione dai Magazzini del Cotone nell'area dell'Expo genovese. L'iniziativa s'intitola Bonjour Provence et la France. È stata presentata ieri mattina alla Camera di Commercio dal presidente Paolo Odone, dal responsabile dell'Expo Adolfo Parodi e dal collega della Camera italiana di commercio a Marsiglia Franco Bottiglioni. Principalmente dalla Costa Azzurra, ma anche dal resto della Francia, arriveranno a Genova, in concomitanza con l'apertura del Salone Nautico, una quarantina di standisti che porteranno i preziosi beni artigianali alla mostra mercato. È la nona edizione del genere che viene ripetuta ogni due anni. Un simbolo dello stretto rapporto e dell'amicizia che lega i due territori che fanno parte della macroregione europea, dal Piemonte, alla Liguria, alla Cotes du Rhone fino a Marsiglia. Le bancarelle rimarranno aperte al pubblico dalle 10 alle 20.
«Alla fiera di Marsiglia - ha spiegato Bottiglioni - partecipano ogni anno una media di 120 piccole e medie imprese italiane di cui una larga parte provenienti dalla Liguria e dai territori limitrofi. Ogni anno assistiamo circa 1400 aziende, metà francesi e metà italiane, nel sud della Francia per sviluppare i loro mercati transalpini. Con l'evento genovese l'Italia ricambia il favore a Marsiglia. Bonjour Provence et la France è infatti uno delle numerose iniziative di partnership che sono in corso fra la Camera di commercio di Genova e la Camera di commercio italiana per la Francia a Marsiglia».
«Si tratta - ha detto Odone - di una lodevole iniziativa che stringe i rapporti con i nostri cugini francesi. Siamo la stessa gente e abitiamo nello stesso territorio. Nei prossimi anni verrà sviluppato l'asse Genova-Marsiglia con il collegamento treno che dimezzerà addirittura i tempi di percorrenza. Non è tutto. Nel centro di Cadarache, a 38 chilometri da Marsiglia, verrà realizzato un mega impianto nucleare di quarta generazione. E le aziende genovesi, in primis Ansaldo e poi i subfornitori parteciperanno all'investimento totale di dieci miliardi di euro, sia per la realizzazione delle infrastrutture, sia per la costruzione del reattore nucleare».