La Provenza suona il piano

A due passi da casa nostra merita una «scappata» non solo per i suoi colori e i suoi profumi, ma anche per la musica.
È la Provenza, dove da qualche giorno si sta svolgendo una delle rassegne di musica più prestigiose di questa estate: il Festival internazionale di pianoforte di Roque d’Antheron. Siamo proprio nel cuore di questa regione, a metà strada tra Aix-en-Provence e Avignone. I concerti si svolgono in alcuni dei luoghi storico-naturalistici più belli di tutta la Provenza: il parco di Florans di La Roque d’Antheron, un auditorium naturale sorvegliato da sequoie e platani maestosi e centenari, o ,nei dintorni di La Roque, il chiostro cistercense abbazia di Silvacane; le antiche e scenografiche cave di pietra di Rognes, la chiesa protestante di Lourmarin o le sponde del Lago des Aulnes verso la Camargue.
In tutto sono 77 concerti affidati a interpreti della scena internazionale come Brigitte Engerer, Borsi Berezovsky, Pierre-Laurent Aimard, Christian Zacharias e a prestigiose formazioni come il Choeur Accentus.
Il 12 agosto, nel parco di Florans si esibirà il pianista romano Giovanni Bellucci con un repertorio dedicato a Liszt. Ospite dei teatri più importanti e acclamato da critica e pubblico internazionali, Bellucci è tra gli interpreti più quotati del nostro tempo.
Il Festival internazionale di pianoforte si concluderà il 22 agosto.
Altre informazioni e vendita dei biglietti sul sito www.festival-piano.com.