«Proviamo a riaprire il campionato»

Cristiano Sala

La Lazio arriva al Delle Alpi sospinta dal tifo di mezza Italia che spera di vedere riaperto il campionato. La Juventus mostra segni di cedimento e chissà che la spallata definitiva non gliela dia proprio la squadra allenata da Delio Rossi. Il Milan attende con fiducia e, tra i tanti osservatori speciali di questa sfida, Zoff è l’ex di lusso che meglio può presentare la partita: «Juventus-Lazio? Sarà una partita brillante. I bianconeri sono favoriti, ma prevedo un match piuttosto difficile per loro».
Intervenendo dalle frequenze di Radio Dimensione Suono, il «Mito» ha sottolineato le difficoltà che la Juve sarà costretta ad affrontare questo pomeriggio: «La Lazio mi sembra stia attraversando un ottimo periodo di forma ed in più ha l’obiettivo Uefa a portata di mano. La Juve non è al top ma gioca sempre in casa e non è mai semplice affrontarla a Torino». Molti si aspettano un finale scudetto thrilling, nonostante a gennaio già si scrivevano le lodi dell’ennesimo scudetto targato Fabio Capello: «E’ una partita quasi decisiva per il campionato e penso che i bianconeri non si faranno sfuggire questa occasione. I bianconeri – ha detto Zoff - passano un momento così e le sfuriate di Capello in allenamento ci stanno. Un tecnico, ogni tanto, deve stimolare la squadra e penso che sia accaduto proprio questo mercoledì scorso. Il fatto che la Juventus sbagli molto sotto porta potrebbe avvalorare questa tesi».
La Juventus cerca lo scudetto, la Lazio la Coppa Uefa. Un obiettivo europeo, quello per i biancocelesti, ad inizio stagione insperato: «La Lazio ha fatto il suo, quest’anno sono mancate tre squadre come Palermo, Udinese e Sampdoria e automaticamente erano i biancocelesti la squadra che veniva subito dopo Fiorentina e Roma e le tre grandi. Credo che la Lazio abbia già un buon potenziale; certo per fare un salto di qualità ci vorrebbe qualche innesto, ma non so se sarà possibile farlo».
Da un allenatore che ha fatto la storia ad un altro che sogna di farla. Rossi è la vera sorpresa di questa stagione in biancoceleste e, nei pensieri, c’è anche uno sgambetto alla Juventus: «Proveremo a riaprire il campionato ma non per il Milan, ma per noi». Della sfida non farà parte Liverani: «Ha provato ma non c’è stato niente da fare, senza Fabio meno geometrie a centrocampo ma maggiore forza, anche se Gaby Mudingayi non ha le sue caratteristiche. Di Canio o Pandev? Mi servirebbe sia l’esperienza di Di Canio sia la gioventù di Pandev. Non scarto quindi l’ipotesi del tridente. La Juve ha delle defezioni? Quando sento queste cose e poi vedo giocare gente come Manuele Blasi, Zlatan Ibrahimovic, Alessandro Del Piero ed Emerson mi viene da sorridere».
Al posto di Liverani giocherà Mudingayi, mentre se non opterà per il tridente Rossi si affiderà al duo Rocchi-Di Canio. Ecco i probabili undici: Peruzzi, Oddo, Zauri, Siviglia, Cribari, Mauri, Mudingayi, Dabo, Behrami, Di Canio, Rocchi. Capitolo mercato. Lotito sta spingendo per ottenere dal Lecce il centrocampista Ledesma ad un buon prezzo, ma il prezzo del cartellino fissato dai giallorossi è molto alto. Il rischio è quello di non riuscire a raggiungere l’obiettivo richiesto da Rossi. L’alternativa potrebbe venire dal campionato argentino.