Provincia, 45 aquiloni d'artista all'asta per sostenere l'Accademia di Brera

Palazzo Isimbardi si trasforma domani in una casa d'aste per raccogliere fondi a favore della ricerca dell'accademia di belle arti. Per l'occasione il presidente Podestù consegnerà all'associazione Amici di Brera anche borse di studio da 5mila euro che verranno assegnate agli allievi più meritevoli.

Un'asta per sostenere la ricerca dell'Accademia di Belle arti di Brera. Domani, 24 ottobre, alle ore 20 Palazzo Isimbardi si trasforma in una casa d'asta, verranno battuti 45 aquiloni dipinti dagli allievi del prestigioso istituto milanese (24 lotti, base d'asta cento euro). Si tratta di alcune tra le più interessanti opere delle esposizioni «Arte giovane sull'acqua» e «Arte giovane in volo», allestite lo scorso giugno, all'Idroscalo su impulso dell'amministrazione e di «BigSizeArt», associazione no profit impegnata sul versante della valorizzazione di giovani talenti italiani e stranieri provenienti dalle accademie di arti visive. L'esposizione delle opere, allestita nel porticato della sede della Provincia, sarà aperta al pubblico già a partire dalle ore 18-30. All'asta parteciperà anche il presidente della Provincia Guido Podestà. Nell'occasione, nell'aula del consiglio si terrà una riunione degli Amici dell'Accademia di Brera Onlus (alle ore 19) e a margine Podestà metterà a disposizione dell'associazione e dell'Accademia cinque borse di studio (valore complessivo di 5.000) che saranno assegnate agli studenti più meritevoli a dicembre.
«L'arte, come moda e design, costituisce un'eccellenza del nostro territorio - ha dichiarato Podestà -. Stiamo, infatti, parlando di un settore attraverso il quale il Milanese esprime il meglio del made in Italy. E l'Accademia di Brera rappresenta non solo una vetrina nella quale i nostri giovani talenti imparano a lasciare libero sfogo alla propria verve artistica ma anche un laboratorio di idee utile per il Paese in vista di Expo».