Provincia Allargare l’area ma non far pagare i residenti

La Provincia sostiene l’Ecopass, anzi addirittura progetta di ampliarlo a un’area molto più estesa. In varie occasioni Guido Podestà ha parlato di tassa di scopo per le tangenziali e l’ecopass rappresenta un’applicazione dell’idea al territorio cittadino. Secondo il presidente della Provincia, però, è giunta l’ora di allargarlo per renderlo maggiormente efficace, altrimenti sarebbe quasi preferibile abolirlo. In un’intervista al «Corriere della sera», Podestà ha definito l’ecopass «un esperimento molto coraggioso di cui bisogna rendere merito al sindaco Letizia Moratti». A questo punto però , secondo il presidente della Provincia è necessario valutare i risultati concreti, mettersi tutti intorno a un tavolo per un paio di giorni e decidere tenendo conto della salute dei milanesi e delle esigenze di cittadini e pendolari. «La mia opinione è che l'area di Ecopass vada allargata ma che, insieme, vadano previste una serie di esenzioni» sintetizza Podestà. E spiega che non dovrebbero pagare coloro che risiedono all'interno della zona del pedaggio e quelli che in città ci arrivano per lavorare.