In Provincia una consigliera lascia Di Pietro e passa al Pdl

Mentre il leader dell’Idv Antonio Di Pietro a Roma dichiarava «il fallimento della maggioranza» e sosteneva che «Silvio Berlusconi se la fa sotto dalla paura», una sua consigliera in Provincia gli dava il benservito. Maddalena Scognamiglio ha lasciato l’Italia dei valori per approdare nel Popolo delle libertà. Un giorno prima del voto di fiducia che si terrà questa mattina a Camera e Senato. Ma «ci sono dei limiti anche nello screditare le persone» ha ammesso in aula la consigliera dissociandosi dal partito che pure ha ringraziato perchè l’ha avvicinata e formata alla politica (era iscritta dal 2006). Un partito però in cui «non mi riconosco più» ha ammesso, prendendo la parola durante la seduta del consiglio provinciale. Senza citare il premier ha criticato gli «attacchi ad personam» messi in atto dall’Idv con toni spesso inaccettabili. L’ha definita una scelta sofferta, e che ha preso in un momento difficile visto il passaggio nelle file della maggioranza avviene proprio alla vigilia del voto a Roma, ma è segno di fiducia al governo, a cui «bisogna garantire la stabilità».
Maddalena Scognamiglio, casertana di 42 anni ma milanese di adozione visto che si è trasferita all’età di venti, si è candidata per la prima volta come consigliera di zona a Milano nel 2006 e ha ripetuto l’esperienza nel 2009, candidandosi al consiglio provinciale di Milano nel collegio 15 di Milano «Barona-Ronchetto sul Naviglio», ottenendo il miglior risultato di tutto il partito dell’Italia dei Valori e riuscendo a farsi eleggere consigliere provinciale.