La Provincia frena i progetti Si viaggia a 30 km orari

La Provincia di Milano «rallenta» i lombardi. L’amministrazione guidata da Filippo Penati non fa partire tre infrastrutture indispensabili per alleggerire il traffico: BreBeMi, Pedemontana e Tem. Scelta politica inaccettabile «in una Regione fra le più evolute al mondo» osservano gli esperti del settore.
E mentre l’Automobile Club di Milano invita «a realizzare subito quelle opere su cui da tempo c’è ampia convergenza», da Palazzo Isimbardi arriva una nota firmata Margherita, Verdi e Rifondazione comunista che contestano l’assessore Alberto Grancini colpevole di sostenere il progetto della Tangenziale Est Esterna. «Il nostro impegno non può essere quello di costruire le strade» è il leit motiv della maggioranza di governo. Messa all’indice di Grancini reo di bocciare «il progetto alternativo dei sindaci» perché «minaccia di procrastinare i tempi di realizzazione e di provocare solo caos viabilistico». Lettura sgradita agli altri inquilini della Provincia.