Provincia Guerra destra-sinistra a chi fa il migliore boicottaggio

Da un lato l'opposizione che bacchetta il centrosinistra per avere boicottato la prima commissione lunedì scorso e presenta, per ripicca, una sfilza di espressioni di sentimento e mozioni. Dall'altra la maggioranza di centrosinistra che rimprovera al centrodestra di volere presentare, in prima commissione, le modifiche al nuovo regolamento salvo poi rimodificare tutto in sede di votazione e rimangiarsi la parola. Un atteggiamento che, secondo il capogruppo del pd Gabriele Gronda, non è costruttivo e fa perdere soltanto tempo prezioso. È stata ancora bagarre ieri in consiglio provinciale con pugni battuti sui tavoli dell'opposizione, scaramucce verbali, continue consultazioni dentro e fuori l'aula. Risultato, ancora una volta si sono votate, e sono passate a maggioranza, soltanto due pratiche. Quella sull'assestamento di bilancio 2008, che doveva passare entro il 30 novembre, e quella relativa alla concessione di un mutuo Carige di due milioni e mezzo di euro da spendere per i lavori pubblici, tra cui scuole e strade. Il tira e molla è cominciato alle 15,10 e finito alle 18. Tutto, da parte dell’opposizione, in risposta al boicottaggio della prima commissione consiliare da parte del centrosinistra lunedì scorso. Alle 18 il presidente del consiglio, Agostino Barisione, accoglie la richiesta della maggioranza di fare un'inversione dei punti all'ordine del giorno. Levata di scudi e putiferio. Le due pratiche passate. Ripresa dell’ostruzionismo alle 19,18. Chiusura poco prima delle 20. «L’inversione delle pratiche all’odg è atto arrogante della maggioranza che è arrivata al capolinea - spiega Alfonso Gioia, dc -. È stato forzato il regolamento. Il segretario generale non ha nemmeno espresso la sua opinione tecnica. È uno scandalo». «C'è stata una forzatura del regolamento - continua Paolo Bianchini, capogruppo di Fi - in questo modo non si lascia l'opportunità alla minoranza di fare opposizione». «Non ci sono state forzature - ribatte Barisione - ho applicato semplicemente il regolamento che consente, su richiesta anche di un consigliere, di mettere in votazione la modifica della scansione delle pratiche all'ordine del giorno».