Provincia I disabili riavranno presto il servizio di trasporto

Finalmente la notizia tanto attesa da 5700 disabili della provincia di Roma è arrivata. È stato aggiudicato al raggruppamento temporaneo di impresa Schiaffini Travel Spa il nuovo servizio di trasporto loro riservato che «riprenderà nel più breve tempo possibile». L’annuncio, dato dall’assessore provinciale alle Politiche della Mobilità e Trasporti Amalia Colaceci, è arrivato quasi inaspettato dopo la dura e costante denuncia del gruppo del Pdl di Palazzo Valentini che da tempo reclama celerità per la nomina del nuovo gestore dal momento che la gara era stata espletata da tempo secondo le regole del diritto comunitario.
Fondamentale anche l’impegno di Riccardo Libbi, segretario del Comitato di Roma e del Lazio dell’Unione Nazionale Consumatori e di Carlo Pilieri, presidente dell’Adoc, perché da molti mesi migliaia di disabili, anche in carrozzella, sono costretti ad affrontare quotidianamente problemi di autonomia e di movimento dovuti al blocco del servizio speciale di trasporto a prenotazione (+Bus) loro riservato, fornito proprio dall’amministrazione provinciale.
«Abbiamo perfettamente rispettato i tempi che ci eravamo prefissi e che abbiamo comunicato con grande trasparenza - ha tenuto a sottolineare Colaceci - confermando l’impegno di giungere alla definizione della gara dopo Pasqua. Da subito lavoreremo con il Dipartimento per la verifica degli ultimi dettagli, incontreremo i sindacati per dare corso all’accordo con loro sottoscritto, nonché il nuovo gestore per far ripartire immediatamente il servizio che, sono certa, alla luce delle nuove condizioni, potrà soddisfare le esigenze di moltissimi utenti». All’annuncio di Colaceci si è associato quello dell’assessore alle Politiche Sociali Claudio Cecchini che per oggi ha convocato un tavolo con le associazioni degli utenti disabili «con i quali comunicheremo e condivideremo tutti i dettagli delle modalità di gestione del servizio».
La notizia che il servizio per il trasporto dei disabili è stato finalmente aggiudicato e che di conseguenza sembrerebbe giunto il momento di «mettere la parola fine al calvario al quale sono stati sottoposti da oltre quattro mesi» è stata accolta con viva soddisfazione da Marco Scotto Lavina (Pdl). Il consigliere provinciale vuole ora «verificare le condizioni di aggiudicazioni e valutare la congruità rispetto alla normativa in materia». Anche se in questo periodo il servizio è sospeso, «il rapporto con le associazioni degli utenti - fa sapere ancora Cecchini - con i quali abbiamo lavorato anche negli anni passati, non si è mai interrotto e sono stati sempre informati delle scelte e delle tempistiche della pubblica amministrazione». «Tutto ciò non cancella le responsabilità dell’assessorato ai Trasporti della provinca che, per mancanza di programmazione, non ha garantito la continuità del servizio per oltre quattro mesi», dicono il capogruppo del Pdl in Provincia Andrea Simonelli e il consigliere Marco Bertucci.