Alla Provincia l’opposizione va all’attacco

Il gruppo Pdl della provincia di Roma contesta la manovra di bilancio della giunta di centrosinistra guidata da Nicola Zingaretti, che presenta una riduzione di circa 122 milioni rispetto all’anno in corso. Dopo l’illustrazione al consiglio delle linee guida dell’assessore alle politiche finanziarie Antonio Rosati e in attesa della discussione dei 1100 emendamenti già presentati, il gruppo Pdl ha dato il via a «una controproposta precisa e organica», come ha sottolineato il capogruppo Andrea Simonelli, per riequilibrare «i favori ai comuni di centrosinistra». Che si aggiudicano 19 dei 29 interventi sull’edilizia scolastica previsti per il 2010 e 10 dei 13 interventi su opere pubbliche. «Se tagli ci devono essere - ha precisato Simonelli - cominciamo dalla riduzione del personale a tempo determinato assegnato agli organi di direzione politica, che annualmente costa ben 2 milioni di euro». Per Marco Betucci questa manovra «svuota la politica sociale con nessun intervento per la maternità, la famiglia». «È un bilancio basato su esigenze elettorali - incalza Enrico Folgori - tanto da aumentare i fondi al presidente della giunta, forse candidato alle elezioni regionali».