La Provincia lancia «Low cost», guida per visitare Milano senza spendere

Un nuovo speciale sul sito internet dedicato al turismo offre tante proposte per conoscere il territorio della provincia spendendo al massimo 20 euro. C'è la guida ai musei d'imprese e agli archivi storici, poco conosciuti e quasi sempre gratis, alle offerte riservate a nonni e nipoti.

Come visitare Milano e provincia «low cost». E cosa andare a vedere senza spendere un euro (o al massimo 20). È questo il senso di «Low cost», il nuovo speciale presente sul sito Internet del turismo della Provincia di Milano, www.visitamilano.it. Le nuove pagine offrono suggerimenti per organizzare una visita culturale senza spendere molto: dai monumenti ad accesso gratuito o a prezzo scontato per alcune fasce di età, ai musei che, con i biglietti cumulativi, permettono l'accesso a più luoghi a prezzi dai 7 ai 15 euro. Per chi vuole conoscere Milano visite guidate in città e sul territorio da 0 a 20 euro e possibilità di vedere la città dall'alto da 0 a 4 euro.
Tra le proposte, c'è una domenica a Trezzo sull'Adda a 4 euro, una visita alla centrale idroelettrica Taccani (splendido esempio di architettura liberty inserita nello scenario naturale che la circonda), al Museo di Fotografia contemporanea di Cinisello Balsamo, nella Villa Ghirlanda, a ingresso completamente gratuito. Altri spunti? Le visite ai musei d'impresa e archivi storici sparsi sul territorio, luoghi spesso sconosciuti che ospitano la genialità e l'intraprendenza italiana, e il cui ingresso è completamente gratuito. Ma anche l'ingresso a una mostra in una location di prestigio come la Triennale con aperitivo si può combinare a soli 13 euro. Vengono segnalate inoltre offerte speciali dedicate alle famiglie, ai nonni con nipotini al seguito, agli anziani. Per i bambini un calendario di attività ludiche e ricreative da 5 a 8 euro per trascorrere una giornata all'insegna del divertimento senza pesare troppo sul budget familiare. Nella sezione dedicata agli eventi, sono stati oltre 50 appuntamenti di qualità totalmente gratuiti o a basso costo in programma fino all'8 gennaio: mostre, presepi, concerti nelle chiese, laboratori con i bambini Una guida preziosa anche per i milanesi in cerca di suggerimenti per trascorrere le feste con un occhio al budget familiare. «In un momento in cui i prezzi aumentano e spesso ci viene chiesto soltanto di pagare - dichiara l'assessore al Turismo della Provincia Stefano Bolognini -, ben vengano iniziative da parte delle istituzioni che propongono a cittadini e turisti come conoscere il nostro territorio a poco prezzo».