La Provincia mette le altalene nel carcere di Chiavari

Alberi, aiuole, un prato e giochi per i bambini. Non è un nuovo parco pubblico cittadino, bensì quello che verrà realizzato all’interno del carcere di Chiavari per accogliere le famiglie dei detenuti in visita ai parenti. A pagare i lavori per la nuova area verde è la Provincia di Genova che ha stanziato 5mila euro per rispondere alle richieste della direzione del carcere. «Si tratta - spiegano dalla Provincia - di un nuovo passo avanti nei progetti per migliorare la vita dei detenuti». Secondo l’assessore provinciale alle carceri Milò Bertolotto intorno al parco i detenuti potrebbero inoltre coltivare un orto per i prodotti per la mensa carceraria. L’area verde sarà realizzata in un’area oggi non utilizzata ma ben esposta al sole e al vento dove ci saranno anche un gazebo per i picnic, piante di limoni e alloro. Uno scivolo e alcune panchine intorno a un prato di erba sintetica completeranno il tutto.