«La Provincia renda onore al suo coraggio»

Sembra finalmente che la coscienza politica di quanti in precedenza hanno evitato di partecipare ai funerali di Quattrocchi oggi si stia svegliando, forse smossa dal frastuono della voce dei cittadini che hanno perfettamente capito il gesto di un italiano che ha saputo comportarsi da eroe. Se il Sindaco Pericu, in quella circostanza, era impegnato altrove, non meglio aveva fatto il Presidente della Provincia Repetto decidendo di appiattire la sua scelta sullo stesso sbaglio. Le opinioni che avevo espresso verso questo atteggiamento e sulla drammatica vicenda, ricevendo in Consiglio Provinciale lo sdegno da parte della sinistra più accesa, oggi sono condivise anche da chi ha il coraggio di riconoscere i propri errori di valutazione e cerca, anche se tardivamente, di porvi riparo. Le richieste di iniziative per salvaguardare la memoria di Quattrocchi si moltiplicano in diverse parti d'Italia, dal Presidente Cossiga, al Sindaco di Roma e persino da autorevoli rappresentanti nazionali della sinistra italiana. E la Provincia di Genova che fa? Naturalmente tace, restando chiusa in un imbarazzante silenzio. Per questo richiederemo che anche il Consiglio Provinciale assuma una chiara posizione rendendosi partecipe nell'offrire la propria disponibilità affinché, all'interno del patrimonio provinciale, si individui di concerto con le altre Istituzioni la forma migliore per il ricordare il gesto di un italiano che ha saputo, con un tale coraggio, onorare il proprio paese.
Intanto, come consigliere di Forza Italia, insieme al capogruppo Roberto Bagnasco ho presentato al Presidente del Consiglio provinciale la seguente mozione: «In conseguenza della drammatica vicenda accaduta in Iraq che ha visto la barbara uccisione per mano dei terroristi del nostro connazionale Fabrizio Quattrocchi; considerando che, a seguito degli ulteriori fatti riportati in questi giorni da tutta la stampa cittadina e nazionale, si evidenzia come il gesto di eroismo e coraggio di Quattrocchi debba essere riconosciuto in maniera ufficiale da parte delle Istituzioni per salvaguardarne la memoria; in più parti d'Italia si stanno predisponendo a tal fine iniziative istituzionali e che, in particolare nella nostra città, si manifesta in maniera forte il desiderio di poter individuare un luogo cittadino, una scuola, via o piazza, da poter intitolare alla memoria di Fabrizio Quattrocchi; impegnano il Presidente della Provincia di Genova a rendersi partecipe nell'offrire la propria disponibilità di concerto con le altre Istituzioni affinché si possa ricercare, anche all'interno del patrimonio provinciale, la forma migliore per ricordare il gesto di un italiano che ha saputo, con un tale coraggio, onorare il proprio Paese».
Vicecapogruppo Forza Italia
in Consiglio provinciale