Provincia Riforme, la commissione replica

Riceviamo e pubblichiamo.
______________________
«In relazione all’articolo di Antonio Venditti e alle affermazioni dei consiglieri Amelina e De Angelis, relativamente al lavoro svolto dalla commissione Riforme Istituzionali della Provincia di Roma, di cui sono il presidente, rettifico quanto segue relativamente alle dichiarazioni false. All’audizione dei municipi non erano presenti solo 5 Presidenti di giunte di sinistra, come riportato nell’articolo, ma 15 presidenti tra amministrazioni di destra e di sinistra, su 19. La commissione paritetica del Comune è stata già convocata e non era stata prevista alcuna convocazione durante l’audizione dei presidenti di Municipio. È stato dichiarato falsamente che vi è stata un’inversione di rotta rispetto all’iter dei lavori pubblicizzato relativamente all’audizione con i sindaci e ciò non risponde al vero perché da calendario le audizioni con i sindaci della Provincia termineranno il 3 marzo 2009. «La commissione non ha ancora portato in Consiglio un documento politico»: anche questa dichiarazione non ha ragione di esistere. Il documento politico sarà pronto al termine di tutte le audizioni con i sindaci e non potrebbe essere altrimenti perché deve essere frutto della concertazione tra le parti coinvolte. Sarà pronto entro il mese di marzo. Relativamente a quanto dichiarato come limite e risultato di quattro mesi di lavoro della commissione, come da previsioni e come dichiarato nel corso della prima seduta la proposta della commissione, approvata in consiglio provinciale, sarà presentata al governo. Capiamo che fare informazione è un mestiere difficile ed è per questo che le informazioni dovrebbero essere sempre confrontate e verificate da chi svolge questo ruolo».
Presidente della commissione Riforme