La Provincia toglie i soldi al giornale blasfemo

Dalla denuncia del «Giornale» sono passate 24 ore. E il presidente alla Provincia, Alessandro Repetto, annuncia: «Il giornalino universitario Ergo sum non avrà il contributo da noi concesso ma non ancora erogato. Ci siamo fidati del fatto che anche l’Università lo finanziava, abbiamo visto però dei contenti inammissibili, blasfemi, diversi da quelli annunciati. È già stata spedita una lettera ai responsabili della rivista dove li diffidiamo a usare ancora il logo della Provincia e spieghiamo che non verseremo i 2500 euro promessi. Ringrazio il Giornale - aggiunge Repetto - per aver sollevato il caso con correttezza». (...)