Provincia, un voto per Henriquet

L’intento della mozione di Lorenzo Zito (Forza Italia) è chiaro: «Voglio che il presidente della Provincia, Alessandro Repetto, alla ripresa dei lavori del consiglio provinciale esprima ufficialmente, come ha già fatto in altre circostante, la piena solidarietà istituzionale al professor Franco Henriquet». Zito, vice capo gruppo degli azzurri nella scorsa legislatura e rieletto con 7mila voti, l’ha scritto nella mozione che presenterà in aula. «Sul professore pende una richiesta di rinvio a giudizio e siamo consapevoli che la giustizia deve seguire il proprio corso - aggiunge il consigliere azzurro-. Ma auspichiamo che alla testimonianza del presidente Repetto si possa unire quella dell’intero consiglio provinciale».
Sul caso Henriquet, dunque, si pronuncerà presto anche la Provincia. La vicenda del medico presidente dell’associazione Gigi Ghirotti è iniziata nel settembre del 2005 con la perquisizione dei Nas nel suo studio. I militari sequestrarono alcuni farmaci oppiacei somministrati ai malati terminali per alleviare il dolore. «Quei farmaci - hanno spiegato da subito il professore e i suoi collaboratori più stretti - erano stati restituiti dalle famiglie dei malati deceduti prima di usarli». La legge imporre di distruggerli, il buon senso (e il desiderio di far risparmiare soldi allo Stato) hanno spinto il medico a conservarli nel modo adeguato per darli ad altri pazienti. Ma contro Henriquet, a maggio, il pubblico ministero (...)