La provocazione di John Elkann: "L'Italia vuole ancora fare auto?"

La Fiat continuerà a produrre automobili e quello che è da vedere "è se
l’Italia vuole fare automobili", ha detto il presidente
della casa automobilistica John Elkann in un passaggio del suo
intervento al Meeting di
Rimini. Sacconi: "Fiat ha avuto dall'Italia tutte le certezze che chiedeva per
avviare gli investimenti del suo programma"

Rimini - La Fiat continuerà a produrre automobili e quello che è da vedere "è se l’Italia vuole fare automobili". La provocazione arriva dal presidente della casa automobilistica John Elkann in un passaggio del suo intervento al Meeting di Rimini. "Siamo convinti che Fiat continuerà a fare automobili - ha osservato - facciamo quattro milioni di auto insieme a Chrysler. Bisogna vedere se l’Italia vuole fare automobili. Vedere se ci sono le condizioni per fare auto come vuole fare la Fiat".

La replica di Sacconi "Fiat ha avuto dall'Italia tutte le certezze che chiedeva per avviare gli investimenti del suo programma", dice il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi. Le certezze, dice il ministro, "le hanno garantite la maggioranza riformista del sindacato, le lavoratrici e i lavoratori degli stabilimenti interessati, nonostante i cambiamenti richiesti nei tempi di lavoro e quindi di vita, le istituzioni in termini di politiche del lavoro e dell’innovazione. La stessa norma inserita in manovra, relativa all’applicazione erga omnes degli accordi sottoscritti, voluta dal governo e dalla regione piemonte e gradita alla maggioranza delle parti sociali, è il segno evidente di un clima inequivoco di favore per gli investimenti e l’occupazione. Ora le chiacchiere stanno a zero".