La provocazione di Segre ora divide gli ebrei

«Io, ebreo, dico agli ebrei ora basta con i vittimismi» è il titolo apparso ieri sul Giornale a firma di R. A. Segre. L’autore sostiene tra l’altro che mai prima nella storia d’Europa i governi sono stati così sensibili ai diritti degli ebrei e rispettosi delle loro tradizioni. Del resto, va ricordato, il dibattito sulla necessità di conservare in tutti i modi la memoria storica che non deve essere vincolata al ricordo di una sofferenza assoluta e che non ammette paragoni con altre sofferenze presenti, è condivisa dalla stragrande maggioranza degli ebrei (intellettuali e non).
Abbiamo chiesto un commento ad Alfonso Arbib, rabbino capo della Comunità ebraica di Milano, e a Gabriele Nissim, scrittore e saggista che si è dedicato al tema della Memoria oltre che presidente del Comitato per la Foresta Mondiale dei Giusti. Ricevendone opinioni diverse.