Prysmian (-3,21%) scivola ancora sui timori coreani

Prysmian maglia nera dello S&P Mib ieri in Borsa dove ha ceduto, in chiusura, il 3,21% a 16,57 euro. Sale così a meno 9,8% la variazione settimanale. Scambi in lieve calo con 1,1 milioni di pezzi contro 1,4 milioni di media. Il trend negativo della ex Pirelli Cavi era iniziato il 6 novembre scorso in coincidenza con l’annuncio dell’offerta d’acquisto del 9,9% a 22 euro per azione da parte della coreana Taihan Electric Wire. Il 22 novembre scorso il titolo aveva segnato i minimi storici a quota 14,9 euro. Dall’esordio in Borsa, avvenuto il 3 maggio 2007 a 15 euro di collocamento, Prysmian conserva, tuttavia, un guadagno del 10,4%. Gli operatori parlano di prese di profitto innescate dai timori che il rallentamento economico possa comportare un calo della domanda di cavi per l’energia.