Il Ps vuole schierare il medico della Ru486

Franco D’Alfonso e Mimmo Merlo, tra i promotori del Partito Socialista a livello nazionale e milanese hanno lanciato la proposta che il ginecologo torinese Silvio Viale si candidi a Milano nelle liste del Partito Socialista. «Silvio Viale, ginecologo impegnato in prima fila a difesa della legge 194, assieme al sostegno dal 2001 dell’adozione della pillola del giorno dopo, conosciuta come Ru486, e radicale di lungo corso, aveva dato - si legge in una nota - la sua disponibilità a candidarsi per i Radicali nelle liste del Partito Democratico, ricevendo da entrambi un secco “No, grazie”. In questi mesi abbiamo avuto modo di organizzare vari incontri assieme ai radicali e, in particolare, a Silvio Viale». E ancora: «Oltre a condividere le sue posizioni, abbiamo apprezzato il suo impegno a difesa dei diritti delle donne, minacciati da una massiccia offensiva clericale».