Il Pse striglia il leader del Pd: «Decidete dove volete andare»

È ancora lontana la decisione sulla collocazione del Pd al Parlamento europeo. Lo ha detto ieri a Bruxelles il segretario Walter Veltroni, precisando che fino alle elezioni europee del 2009 ciascun parlamentare del nuovo partito in cui sono confluiti Ds e Margherita manterrà l’attuale collocazione, distribuita fra socialisti e liberali. Dopo si deciderà. La componente cattolica del Pd infatti, che fa parte dei liberali europei, non accetta di confluire in un gruppo socialista non riformato. Di qui la richiesta di Veltroni di «costruire insieme questo incontro». Ma le affermazioni del sindaco di Roma, che al Parlamento europeo ha incontrato i gruppi dei socialisti e dei liberali, non sono state apprezzate dal Pse che chiede più chiarezza. Decisa la replica del capogruppo dei socialisti al Parlamento europeo, il tedesco Martin Schulz: «Sono disposto ad aprire il nostro gruppo, ma ho fatto già tutto quanto potevo. Ora sta a voi decidere dove volete andare».