«Psichiatria, un altro disastro di Marrazzo»

Una manifestazione di protesta contro la gestione dell’assistenza psichiatrica è stata organizzata ieri davanti al San Giovanni, dove ieri era in programma un incontro organizzato dalla Asl San Giovanni Addolorata e dalla Asl RmC sull’assistenza psichiatrica alla quale sarebbe dovuto intervenire anche il presidente della Regione Piero Marrazzo. Per tutta la mattinata, esponenti del Pdl, tra i quali il senatore Domenico Gramazio e il consigliere regionale Tommaso Luzzi hanno distribuito volantini e manifesti «contro il disastro sanità della giunta Marrazzo». «Tanta è stata l’attenzione dei cittadini e degli operatori chiamati a partecipare al convegno sulla sanità - dice Luzzi - e anche l’assessore alle politiche sociali del Comune di Roma Sveva Belviso ha contestato l’incapacità della Regione Lazio di creare un progetto obiettivo di tutela della salute mentale». «I posti letto per le malattie mentali nella regione Lazio - hanno affermato Gramazio e Luzzi - dovrebbero essere 500 ma sono circa la metà, inoltre la situazione si è aggravata con la recente chiusura di 15 posti letto presso il San Giacomo, che non sono stati ancora ripartiti nel territorio». Gli esponenti del Pdl hanno annunciato prossimamente iniziative di contestazione contro il taglio dei posti letto, la chiusura degli ospedali, lo sconvenzionamento delle cliniche accreditate e l’improvviso arrivo di nuove tasse come i ticket sulle prestazioni sanitarie messe in atto in queste ore dalla Giunta Marrazzo. Al termine della manifestazione Gramazio e Luzzi hanno dichiarato: ’Ancora una volta i cittadini hanno compreso che i tagli sulla sanità e l’arrivo di nuovi ticket sono responsabilità della Giunta Marrazzo, siamo impegnati in difesa dei cittadini e di quelle categorie che saranno tartassate in queste ore dai nuovi ticket della Giunta Marrazzo». Dura la risposta di Enzo Foschi, membro della commissione Sanità della Regione: «Gramazio parla nuovamente a vanvera. Solamente ieri, infatti, il sottosegretario Fazio, un componente del governo a cui appartiene la sua compagine, ha spiegato chiaramente che i provvedimenti presi dalla giunta Marrazzo sono stati adottati in accordo con il governo di centrodestra». «Il piano di rientro che taglia i posti letto - risponde Gramazio - è una scelta del presidente della giunta regionale e commissario che risponde al nome di Piero Marrazzo. Foschi non ricorda che il centrodestra è al governo della Nazione, mentre il centrosinistra spreme quotidianamente nella Regione Lazio i nostri concittadini».