Psicologi in aiuto di chi è rimasto choccato

Hanno ancora la paura negli occhi e non se ne libereranno presto. Per aiutare chi ha vissuto l’alluvione sulla propria pelle la Asl 3 mette in campo i propri psicologi. «Un elemento da non trascurare è costituito dall’esperienza traumatica di chi è stato coinvolto personalmente in eventi gravi e spaventosi, e non solo per chi ha perduto familiari o amici, in condizioni di drammatico coinvolgimento emotivo. Le esperienze traumatiche creano reazioni di intenso malessere psichico, che possono giungere a stati depressivi, disturbi del sonno, angoscia e attacchi di panico», dicono gli psicologi della Asl3. «In particolare i bambini, che sono stati coinvolti in eventi traumatici e che hanno visto cose inusuali e terrorizzanti, e i propri familiari, molto spaventati o disperati, possono presentare disturbi del comportamento nei giorni successivi», spiegano gli esperti. Così i bambini e le famiglie che intendono avere un primo sostegno e un aiuto psicologico possono rivolgersi al Consultorio Familiare di Asl3 a Quarto. Qui opera un gruppo di psicoterapeuti che lavora da anni su contenuti legati a maltrattamento e abuso di bambini e di adolescenti e che si è specializzato nella diagnosi e terapia degli stati post-traumatici da stress nei bambini, negli adolescenti e nelle donne.Il Centro si trova in Via Maggio 4 a Genova Quarto ed è attivo previo appuntamento telefonico al numero 334.6144.742 (attivi anche SMS e segreteria telefonica).
Per quanto riguarda altri ambulatori della Asl3 va ricordato che anche oggi i servizi che insistono a piano terra in via Archimede resteranno chiusi, mentre il Palazzo della Salute Doria a Struppa e la sede di piazzale Bligny a Molassana saranno agibili. la sede sanità animale di salita Noce a San Martino resterà chiusa come anche la «sanità penitenziaria».