Lo psicologo che sforna un successo dopo l’altro

Franco Crosiglia

Psicologo, imprenditore (ha fondato e diretto una casa di riposo a Genova) e infine scrittore. Ed è stato subito successo per Lorenzo Licalzi, genovese di Pieve alta, che ha visto trasformare il suo primo lavoro letterario «Io no» - era il 2001 - nell'omonimo film diretto dalla coppia Simona Izzo e Ricki Tognazzi (interpreti principali erano Ines Sastre e Francesco Venditti). In questi giorni è uscito il suo quarto libro «Che cosa ti aspetti da me?».
Un libro, quest'ultimo, che rompe lo schema comico dei precedenti romanzi, e soprattutto del terzo («Il privilegio di essere un guru»), che in pochi mesi ha venduto oltre 40000 copie. Il romanzo è tra l'altro finalista del premio bancarella che si concluderà a Pontremoli il prossimo 17 luglio. «La fortuna del libro sta nella sua originalità. In Italia esistono scrittori comici bravissimi nell'arte di creare situazioni paradossali, di fare battute ad effetto. "Il privilegio di essere un guru" non è un libro comico ma un vero e proprio romanzo che propone una storia assolutamente credibile». La storia di un fantomatico Andrea Zanardi (è nata addirittura un'associazione con tanto di sito ispirata al protagonista del libro) che per lavoro fa l'infermiere presso il centro di ortopedia al San Martino di Genova. Andrea Zanardi è un tombeur de femmes, un donnaiolo, un dongiovanni che, come l'autorevole e mozartiano antenato, ha fatto dell'arte della seduzione una scienza vera e propria. E sulla scia del Don Giovanni di Lorenzo Da Ponte, anche per Zanardi il romanzo riserva una punizione che, nel suo caso, assume le sembianze (o meglio, le curve) di una donna impregnata di misticismo, tutta presa da yoga, buddismo, shiatsu; senza dimenticare l'insaziabile passione per i prodotti biologici e la musica new age.
Anche se non manca di vena comica, «Che cosa ti aspetti da me?» è una storia seria. La storia di un amore che si consuma in una casa di riposo tra un fisico nucleare di 82 anni e una sua compagna, Elena. Un amore all'apparenza impossibile.