Può partire il polo per la mobilità

Acquistata l’area di Arese. La Regione: «Ora le aziende assumano i cassintegrati»

Finalmente la firma più attesa, ma anche più importante, è arrivata. Ieri è stato infatti sottoscritto da Sviluppo Italia il contratto per l'acquisto di parte delle aree ex Alfa Romeo su cui si insedierà il Polo per la Mobilità Sostenibile, che porterà ad Arese imprese e centri di ricerca attivi nell'ambito delle tecnologie eco-compatibili e della mobilità sostenibile.
Lo ha reso noto ieri la Regione, sottolineando che «per raggiungere questo risultato è stato attuato un pressing continuo nei confronti dei soggetti interessati con la finalità di attivare quanto prima la fase operativa». Entro marzo era pure prevista l'assunzione di ulteriori 60 cassaintegrati (in aggiunta ai 70 assunti nel corso del 2005) all'interno del piano di ricollocazione allegato agli accordi sottoscritti per i 550 lavoratori ex Alfa Romeo. «Ad oggi - ha spiegato la Regione - non è arrivata nessuna conferma dell'avvenuta assunzione. Qualora la proprietà dell’area confermasse la volontà di non procedere all'assunzione dei lavoratori, verranno presi provvedimenti rigorosi verso la società inadempiente».