Pubblicità online: più canali si usano, più si vende

Per gli esperti di marketing la rivoluzione digitale ha introdotto una profusione di nuovi canali che si sono aggiunti ai soliti banner pubblicitari, tra cui i rich media, i video Web, le sponsorizzazioni di ricerca insieme ad altri.

Il successo o il fallimento di una campagna pubblicitaria online è direttamente collegato alle interazioni, sinergie e overlapping (sovrapposizione) tra questi canali. Lo dimostra una ricerca dell’istituto Atlas, che ha condotto un’analisi su 16 advertiser che avevano affidato loro la campagna media all’inizio del 2007, per misurare l’importanza dell’overlapping e l’impatto sulla conversione all’acquisto.

Nella ricerca, gli utenti sono stati classificati come esclusivi e overlapped, i primi raggiunti da un singolo canale, i secondi coloro che hanno visto la stessa pubblicità su più di un canale. La ricerca ha misurato più di 300 milioni di “cookie” stabili e di lunga durata, relativi a cinque miliardi di messaggi pubblicitari e 1 milione 700 mila contatti che si sono trasformati in vendite. Bene, nell’86 per cento dei casi, chi ha comprato aveva visto la pubblicità su canali e pagine Web diverse.