Il pubblico incontra in scena gli artisti: così lo spettacolo si discute «in diretta»

«Quattrospine.project»: una rassegna «sperimentale» per giovani compagnie teatrali

Al PiM Spazio Scenico, il 29 marzo, il 5 e 12 aprile si «smontano» le opere poco prima di metterle in scena. È un vero e proprio invito alla cultura, rivolto a chi non conosce il teatro contemporaneo, ma è anche una preziosa occasione di approfondimento per chi già lo frequenta, la Rassegna di nuovi linguaggi scenici «Quattrospine project» di Serena Vincenti, vincitrice della prima edizione del bando per operatori culturali «Chiavi in mano» di PiM.
La manifestazione è articolata in tre appuntamenti con altrettante giovani compagnie, che si sono distinte per la particolarità dei linguaggi usati. Ogni spettacolo sarà preceduto da un incontro, che si terrà un paio d'ore prima della rappresentazione, nel corso del quale gli autori della nuova generazione teatrale introdurranno il pubblico alle proprie opere, chiarendone codici estetici, linguaggi e poetica, prima di presentarle in scena. Un incontro tra pubblico e artisti, nello stile di PiM, sempre attento a favorire il dialogo tra le diverse realtà culturali, che mira ad affinare il senso critico del pubblico nei confronti delle arti sceniche contemporanee. Si compie idealmente un giro intorno ai più nuovi linguaggi scenici, per scoprirne angolazioni impreviste, segreti, per impadronirsi delle chiavi di lettura, prima ancora di abbandonarsi alla magia della rappresentazione.
«Ovviamente non pretendiamo di dare un'immagine esaustiva del panorama italiano, ma le compagnie coinvolte nel progetto sono rappresentative di tre diversi modi di pensare la scena in questo momento, ognuno con le sue caratteristiche. Così lo spettacolo proposto da Nudoecrudo Teatro è basato su un testo, mentre il lavoro del gruppo Pathosformel Volta si avvicina molto di più ad uno spettacolo di danza, e crea atmosfere più liriche e metafisiche. Cosmesi si rifà invece a codici e immagini riassemblate in nuove e affascinanti chiavi di lettura».
Sabato 29 marzo sarà il momento della compagnia Nudoecrudo Teatro, in scena con Tax. Dichiarazione di dipendenza. Il sabato successivo, il 5 aprile, vedrà invece in scena Pathosformel con Volta. Filo conduttore dello spettacolo la cera, che ricopre corpi neri, quasi invisibili, che si muovono in uno spazio scuro. Sabato 12 aprile sarà invece il turno di Cosmesi, con Primadonna. Chi semina vento raccoglie tempesta, progetto finalista del premio Internazionale della Performance 2006 di Trento.
Rassegna quattrospine.project
PiM Spazio Scenico, via Tertulliano 68
Info: 02.54102612