Per un pugno di milioni in più

Vita grama per chi sta al piano di sotto in classifica e nella collocazione su questa pagina. Lo juventino il sabato notte si addormenta sognando l’imminente aggancio all’Inter, ma la domenica notte va sempre a letto col morale di nuovo sotto i tacchi. D’altronde, i sogni muoiono all’alba. O poco dopo. Magari quando toccherà all’Inter l’anticipo al sabato, sarà diverso. Nel senso che lo juventino potrà dormire tranquillo l’intero week-end: l’Inter in campionato non sbaglia un colpo e questa volta si può finalmente dire che con la Reggina non ha neanche giocato così male. È vero che la squadra di Mourinho diverte poco, ma vince tanto e vorrei vedere cosa succederebbe se mostrasse un calcio spettacolo ma annaspasse in classifica. La verità è che in Italia la competizione filosofica sul calcio non è tra chi gioca meglio ma tra chi gioca meno peggio. I tifosi lo sanno bene: alla fine contano i punti e Mourinho sta continuando a farne tanti, con buona pace di chi vive nella speranza di un tracollo interista. Poi, siccome ci piace complicarci la vita, ecco che Ibrahimovic - che con la doppietta è ora capocannoniere - continua a fare quello col mal di pancia e mette in dubbio il suo futuro interista. Qualcuno credeva sarebbe rimasto a vita? Beh, certo: con un bel ritocchino all’ingaggio...
www.gianlucarossi.it