Pulmino di disabili si schianta a Firenze

Autostrada chiusa per ore, sette feriti ma nessuno è grave

Doveva essere una gita di festa, ha rischiato di trasformarsi in una strage il fine settimana organizzato a Firenze da un’associazione di disabili genovesi. Un terribile incidente stradale avvenuto in Toscana ha visto coinvolti proprio i pulmini partiti ieri mattina da Genova e carichi di persone aderenti all’associazione distrofia muscolare che si sono salvate per miracolo anche grazie alle carrozzine bloccate dalle cinture di sicurezza. Per rendere l’idea di quel che è accaduto, basti pensare che hanno lavorato per oltre un'ora i vigili del fuoco intervenuti per estrarre le sette persone, sei delle quali handicappate, che si trovavano a bordo del pulmino che si è rovesciato ieri mattina sull'A11 dopo aver urtato il guard-rail centrale. Lunghissimi momenti di angoscia che si sono aggiunti allo spavento dovuto allo schianto. Anche perché c’era il timore che sul luogo dell’incidente potessero sopraggiungere a forte velocità altre auto o peggio ancora camion e mezzi pesanti, che avrebbero provocato un massacro.
A causare l'incidente è stato lo scoppio di un pneumatico, come hanno accertato gli uomini della polizia stradale arrivati sul posto insieme a numerose ambulanze e a tre squadre dei vigili del fuoco. L’esplosione ha fatto perdere il controllo del furgone all'autista, anche lui rimasto ferito. Una tragedia alla fine solo sfiorata: nessuno dei feriti, sei trasportati all'ospedale di Prato e uno a Firenze, è risultato in gravi condizioni. La paura, però, per tutti è stata tanta anche a bordo degli altri due pulmini che precedevano e seguivano il mezzo incidentato.
A bordo dei tre mezzi un gruppo di disabili dell'associazione nazionale distrofia muscolare partiti da Genova ieri mattina per una gita a Firenze. L'incidente è avvenuto quando erano ormai a soli 11 chilometri dal capoluogo, all'altezza di Prato. L'autista non ha potuto controllare il mezzo che, dopo aver sbattuto contro il gard-rail è rimbalzato e si è rovesciato su un lato a cavallo delle due corsie. Il terzo pulmino, che seguiva quello interessato dallo scoppio del pneumatico, è riuscito ad evitare l'impatto con il mezzo «gemello» e, dopo aver sbattuto contro alcuni pezzi di carrozzeria, si è fermato nella corsia d'emergenza.
I soccorsi sono stati immediati e la polizia, per facilitare l'arrivo delle ambulanze e dei vigili del fuoco, ha chiuso l'autostrada in direzione di Firenze, riaprendola circa due ore dopo. Si era alzato in volo anche l'elicottero del 118 che, però, è rientrato subito alla base, una volta verificato che a bordo del pulmino non c’erano feriti gravi. Ad evitare che l'incidente si trasformasse in tragedia, secondo i testimoni, hanno contribuito molto le cinture di sicurezza che fermavano le carrozzine sul pulmino.