Punch Out, cioè fare a pugni senza prenderle

È uscito oggi i videogioco per Wii che ha come testimonial il campione del mondo Giacobbe Fragomeni. Azioni reale e combattimenti all'ultimo gancio, ma senza farsi male

Il colpo è da ko, per fortuna non si sente niente. Perché l'arrivo di «PUNCH-OUT!!» per la Nintendo Wii, in vendita da oggi, al massimo rischia di mette ko il mercato dei videogame ma non intacca l'incolumità di chi lo pratica, anzi. Il gioco, presentato nella mitica palestra Doria di Milano da Giacobbe Fragomeni, campione del mondo dei massimi leggeri, ha infatti un sistema di controllo intuitivo che porta vicino all'azione come mai prima d'ora. In pratica: ganci, montanti e pugni stella (quelli non esistono nella boxe ma sul ring virtuale sì) fanno oscillare il telecomando Wii e il «Nunchuk» creando un combattimento reale. Anche perché «PUNCH-OUT!!» ripercorre la storia di Little Mac, promettente pugile del Bronx che deve sferrare un assalto individuale al mondo della boxe, nel tentativo di diventare l'indiscusso campione di tutti i circuiti, Minor, Major e World. Lungo il cammino, si scontrerà con 13 brillanti combattenti tra i quali Glass Joe, Von Kaiser e l'incisivo King Hippo che cercheranno di bloccargli la strada e farlo finire al tappeto, ognuno con una mossa nuova e creativa. Per fortuna, però, Little Mac sa come contrattaccare.
Grazie ai comandi Wii è sufficiente mimare quanto si farebbe nella realtà per tirare i pugni, mentre si tengono premute combinazioni di pulsanti, che consentono di realizzare diversi tipi di colpo. Naturalmente, per padroneggiare la «nobile arte» della boxe, bisogna imparare a colpire senza essere colpito e personalmente, nella prova fatta in palestra, il colpo è statoparticolarmente duro... Alla fine però tutto è anadato bene: la mascella è sana e il divertimento è certo. E quindi «PUNCH OUT!!» è promosso.