«Punita la malvagità inglese»

Un portavoce dei ribelli talebani in Afghanistan ha detto ieri che i britannici stanno pagando il prezzo della malvagità dei loro governanti, ma che il movimento talebano non ha niente a che fare con gli attentati di Londra. «Il popolo britannico è nei guai solo a causa delle azioni malvagie e dell’oppressione dei suoi governanti», ha detto il portavoce Abdul Latif Hakimi al telefono da una località sconosciuta. Hakimi ha aggiunto che i talebani non sono addolorati né felici per le quattro bombe esplose a Londra. «Se queste esplosioni avessero preso di mira obiettivi militari britannici o inflitto perdite al governo britannico, allora saremmo stati molto contenti». «Ci vendicheremo della Gran Bretagna in Afghanistan, ma i talebani non hanno niente a che vedere con queste esplosioni», ha aggiunto.