Punizione terminata Morgan fa pace con Asia e con la Rai

Da qualche parte si deve pur ricominciare. E lui ricomincia dappertutto. In famiglia e perfino in Rai (cioè da dove erano partite tutte le sue disgrazie dopo quella “maledetta” intervista rilasciata a Max in cui ammetteva l’uso di sostanze stupefacenti). Ieri sera Morgan è tornato ospite del suo ex programma (X Factor)su Raidue dal quale era stato «esiliato». E sembra sia solo l’inizio visto che, sulla stessa rete, a partire da metà dicembre, l’artista condurrà un nuovo show «pop e giovanilista» dal titolo Decadenza. Sempre ieri, inoltre, i legali hanno fatto sapere che il cantante ha (quasi) siglato un accordo con l’ex compagna Asia Argento.
L’Argento e Morgan sembrano giunti a più miti consigli. Dopo mesi di battaglia legale per l’affidamento della figlia Anna Lou, i due genitori potrebbero presto trovare un accordo. Almeno di questo avviso è l’avvocato Giampaolo Cicconi, legale di Marco Castoldi, in arte Morgan, che al settimanale Diva e donna, in edicola, affida la sua speranza «che si possa chiudere la vicenda al meglio per entrambi le parti».
Così, mentre il giudice del Tribunale dei Minori Debora Tripiccione starebbe cercando una mediazione che si potrebbe definire alla prossima udienza del 15 dicembre, Asia (che lo scorso febbraio ha ottenuto l’affidamento esclusivo della figlia avuta con il cantante) potrebbe rinunciare alla richiesta di cancellazione della potestà genitoriale per Morgan. Con una clausola: a quanto sembra, l’accordo si troverà se Morgan darà alla madre di sua figlia il permesso di portare all’estero la piccola. Pare, infatti, che l’impossibilità di espatriare insieme con la figlia sia costata ad Asia Argento molti contratti di lavoro all’estero.