Puntando tutto sugli «altri»

Senza partite scatta la crisi di astinenza, ma rimangono opportunità per buttare via i nostri 10 euro quotidiani. Ricordando che la quota della Russia vincente l'Europeo è scesa a 4,50 (noi abbiamo giocato 10 euro a 25 e dobbiamo recuperarne «solo» 70), concentriamoci sui vincenti la classifica marcatori tenendo presente che il margine del bookmaker è per queste scommesse sempre molto alto. Da Villa, offerto a 1,60 (oggi la quota cambierà senz'altro) al fantasioso Pirlo a 300, la somma delle probabilità dei calciatori in elenco secondo i quotisti darebbe 127,15%: considerando che sulle partite il margine è spesso intorno all'8% è evidente che dovremmo stare fermi. Volendo giocare, osserviamo che fra i calciatori non compresi nell'elenco, quindi associabili alla categoria «Altri» pagata a 4, ci sono Pavlyuchenko (finora 3 gol) e Arshavin (2). Credendo nella Russia e nella semifinale pro-Germania non è quindi assurdo puntare 5 euro su «Altri» e 5 su Podolski (anche lui 3 gol) pagato a 5. Sono le classiche giocate che fanno la fortuna del banco, l'importante è esserne consapevoli.
SITUAZIONE. Spagna-Italia: X al 90’. Vinti 16 euro. Giocati 210, vinti 141,99. Risultati: -68,01. Scommesse aperte: 10 euro sulla Russia campione (a 25), 5 euro su «altri» (a 4) e su Podolski (a 5) capocannonieri.
olivari@settimanasportiva.it